News

Motore di Ricerca

24 Settembre 2018

“L’universo ha senso

solo quando abbiamo qualcuno

con cui condividere le nostre emozioni” 

Paulo Coelho

L’Associazione Urzene si occupa di cultura delle diversità attraverso le arti espressive sviluppando percorsi laboratoriali con la disabilità.

L’attività svolta prevede un incontro mensile incentrato sull’espressione di se tra cui le percezioni del proprio corpo e delle proprie emozioni vissute durante l’esperienza ludico-creativa del laboratorio.

L’incontro inizia sempre con una cena condivisa alla quale sono presenti: i referenti del laboratorio, i ragazzi che partecipano e i genitori sempre invitati a rimanere nella struttura durante l’attività.

Questo momento di condivisione è molto importante per conoscersi e creare un gruppo che si supporti nel momento del bisogno tramite consigli e gesti.

Con  il progetto Motore di Ricerca, noi civiliste abbiamo avuto la possibilità di partecipare all’attività proposta da Urzene e abbiamo visto e percepito proprio questo: la condivisione.

Ci siamo recate in una sede dell’Associazione in Corso Trapani 91 e siamo state accolte dal referente Alberto Valente, dall’educatrice Silvia Lucca e dalla psicoterapeuta Stella De Lisi.

L’attività viene svolta dividendo il gruppo: i partecipanti con Alberto e i genitori con Silvia e Stella. I genitori o parenti sono sempre invitati a rimanere per poter condividere le proprie esperienze, esprimere i propri dubbi ed avere un po’ di tempo da dedicare totalmente a se stessi e all’espressione di se.

I partecipanti invece,  con Alberto, iniziano l’attività laboratoriale decidendo un tema o un idea comune da condividere con il gruppo.

L’11 giugno , in nostra presenza, è stato scelto il tema del “Viaggio”.
Non un viaggio fisico ma bensì un viaggio mentale e sensoriale. Quali sono i luoghi che vorremmo visitare? Che rumore sentiremmo se fossimo su un’isola deserta? e Cosa ci porteremmo se dovessimo andarci? Il viaggio si è evoluto con la musica e il canto pensando a quale canzone ci porta ad un momento significativo del passato. Ed infine un viaggio verso il futuro ; Dove ti vedi fra un anno?

Questa attività è volta alla stimolazione sensoriale di se stessi capace di sviluppare resilienza e conoscenza delle proprie capacità di condivisione.

L’Associazione Urzene dimostra che la stabilità del gruppo dei partecipanti e genitori è in grado non solo di affrontare difficoltà, ma di coinvolgere e far sentire a proprio agio chiunque sia nuovo alla loro creativa realtà.

 

Fonte:

Associazione URZENE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment